See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Nicaragua: netizen impegnati nel monitoraggio delle elezioni municipali

A settantadue ore dall'apertura dei seggi elettorali, in Nicaragua [it] si sta osservando il “silenzio elettorale”. Con questo si intende che i partiti politici non possono tenere comizi pubblici fino alle elezioni del 4 novembre. In quella data, circa 3.3 milioni di nicaraguensi si recheranno alle urne per eleggere sindaci, vicesindaci ed assessori nei 153 comuni del Paese.

Questa tornata elettorale è stata contrassegnata da alcuni cambiamenti, tra cui spicca il numero record di più di 33.000 candidati; è il risultato di un amendamento alla legge che ha aumentato il numero di seggi dei consigli comunali. Un secondo amendamento ha facilitato l'accesso delle donne alla gestione dei governi locali: è previsto che il 50% dei candidati di partito siano di sesso femminile [es].

Come da recente abitudine in tempo di elezioni in tutti gli angoli del globo , i cittadini fanno un uso entusiastico delle tecnologie digitali per partecipare attivamente al monitoraggio e ad esprimere le proprie opinioni in merito. In Nicaragua, la piattaforma ”Plataforma de Observación Electoral Ciudadana Independiente” [es] (“Piattaforma Indipendente per il Monitoraggio Civico delle Elezioni”) si sta mobilitando per incoraggiare gli elettori a comunicare segnalazioni, che verranno tracciate attraverso la piattaforma Ushahidi, tramite un modulo disponibile sul sito web, SMS o altri social media. Il team che gestisce il progetto utilizzerà il sito Frontline SMS per ricevere ed elaborare i messaggi ricevuti.

Descrivono la piattaforma [es, come i link successivi] come “uno strumento per una delegazione di poteri democratica per la società nicaraguense”. Il progetto è organizzato dal sito di giornalismo partecipativo Huella Libre, in collaborazione con il quotidiano La Brújula, che ha diffuso la notizia dell'iniziativa. Il sito è stato realizzato da Paulo McNally.

Oltre ad inviare le segnalazioni direttamente sul sito, si incoraggiano gli utenti delle reti civiche online ad utilizzare  l'hastag #YoObservo [es] (Io Osservo), prima e durante il giorno delle elezioni.

Uno degli organizzatori del progetto, Orlando Rizo (@orlandorizo) [es], ha recentemente parlato del futuro della piattaforma in questo video:


avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.