GlobalVoices in Per saperne di più »

Pakistan: morte durante un reality show rivela scarsa sicurezza e assenza di responsabilità

La morte [in] di un partecipante a un reality show pakistano è stata oggetto di un acceso dibattito nella blogosfera locale. Saad Khan era alle prese con una prova di abilità fisica, girata a Bangkok, che implicava nuotare attraverso un lago portando 7 Kg di peso. Secondo i resoconti dei testimoni, Khan è apparso in difficoltà e ha urlato aiuto prima di scomparire sott'acqua.

La morte è stata riportata per prima su Twitter da un amico stretto ed ex collega di Khan, scatenando un'ondata di reazioni in molti siti di social network. In un messaggio su Twitter [in] Farrukh, amico di Khan, ha incitato i blogger a unirsi per chiedere una spiegazione sull'incidente in cui ha perso la vita il giovane:

@Farrukh ahmed [in]: a tutti i blogger: ho bisogno del vostro aiuto nell'alzare la voce contro un game show miseramente organizzato da Unilever che ha tolto la vita a un mio caro amico. Unilever si rifiuta di diffondere i dettagli e gli spezzoni video dell'evento.

Più tardi, una nota sul blog di Farrukh ha reso noti [in] i dettagli dell'incidente:

A parte il mio resoconto personale, la morte di Saad sta diventando un segreto attentamente protetto dalle multinazionali coinvolte nella campagna dello spettacolo. Ironicamente, è proprio questo il motivo che ha portato alla diffusione della notizia a livello internazionale su blog e siti di social network (…) con questo post, voglio chiarire i fatti e rendere pubbliche alcune domande che sono sicuro vi porrete non appena ascoltati i dettagli della morte di Saad.

Paksatire [in] ha creato un fumetto satirico in cui critica le grandi testate per non aver dato la necessaria evidenza al caso. Il messaggio generale è che, a quanto pare, i grandi media subirebbero la pressione dal settore imprenditoriale.

Fumetto satirico che critica la mancanza d'informazione sulla morte di Khan, ripreso con il permesso dell'autoreFumetto satirico che critica la mancanza d'informazione sulla morte di Khan, ripreso con il permesso dell'autore


Nel frattempo la notizia della morte di Saad è lentamente arrivata sulle maggiori testate. Dawn ha riportato [in] la notizia della morte insieme a delle spiegazioni della Unilever, che non ha ammesso alcuna responsabilità per la morte di Saad. In un post su All things Pakistan , Sabeen Mehmud condivide l'esperienza personale [in] di quando lavorava in questa corporation.

C'era molto cameratismo e abbiamo potuto osservare quasi tutti i dipartimenti in azione, praticamente come membri. (…) L'azienda è una macchina senz'anima, dedita solo al profitto. Il piano imprenditoriale, le linee guida etiche, e i programmi di responsabilità sociale sono solamente requisiti legali che non hanno influenze pratiche su come tali aziende fanno affari.

Più avanti Sabeen approfondisce la questione della responsabilità, richiedendo che si faccia piena chairezza sui fatti:

Ciò detto, sono d'accordo sul fatto che lo show in cui è morto Saad Khan si svolgesse in un ambiente completamente controllato e la tragedia poteva essere evitata. Di fatto sembra un caso di totale negligenza.

Anche il Dottor Awab Alvi su Teeth maestro [in] ha pubblicato una serie di articoli riguardo l'incidente, speculando sulla negligenza degli organizzatori. In un post recente ha pubblicato un’intervista [in] ad un altro partecipante, il quale ha dichiarato che l'incidente era evitabile ed è stato causato dalla negligenza degli organizzatori.

Max Robinson ha fatto dei confronti tra i reality show di altri Paesi. Egli sottolinea la necessità che i dirigenti televisivi si assumano la responsabilità [in] nell'informare i partecipanti sui fattori di rischio insiti in particolari prove di abilità fisica.

Le circostanze intorno alla morte di Khan rimangono un mistero. Mentre crescono le speculazioni, non si potrà dire nulla di certo fin quando non ci sarà qualche prova concreta. Sana Saleem sul suo blog [in] ha esteso le preoccupazione riguardo i vari reality show che vanno spesso in onda in Pakistan.

Quest'incidente ha anche aperto le porte al mondo agli anomali reality show del Pakistan dove le misure di sicurezza non sono mai adeguate. [..] La questione ora riguarda la credibilità di questo tipo di spettacoli d'intrattenimento – poco attenti alle misure di sicurezza – dovremmo permettergli di continuare ad andare in onda a favore dell'intrattenimento e della commercialità?

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.


regioni del mondo

paesi

lingue