See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Eurovegas in Spagna: opportunità economica o insensatezza?

Nei giorni scorsi è stata resa pubblica l'ubicazione definitiva di Eurovegas, futura “città dell'ozio” europea. La scelta è caduta su Alcorcón, località situata nelle vicinanze di Madrid.

Da quando il magnate statunitense dei casinò Sheldon Adelson ha indicato la Spagna come luogo prescelto per la sua avventura europea, le opinioni favorevoli e contrarie a questo progetto [es, come tutti gli altri link, ove diversamente specificato] hanno inondato le reti sociali. Secondo il governo locale della Comunità Autonoma di Madrid, che ha svolto la trattativa con Las Vegas Sands (la società di Adelson), i vantaggi della realizzazione di questo progetto sono innumerevoli. Il presidente della Comunità di Madrid, Ignacio González, parla della creazione di 80.000 posti di lavoro diretti e indiretti nella fase iniziale, e di altri 250.000 al termine del progetto. Sulla pagina web della stessa Eurovegas si afferma che il complesso “potrebbe generare migliaia di posti di lavoro diretti e soprattutto indiretti, di cui beneficerebbe quasi il 50% degli oltre 400.000 disoccupati della Regione”.

Quindi, perché tante proteste contro un progetto che sembrerebbe una benedizione per un Paese con oltre cinque milioni di disoccupati?

Cartel de rechazo a Eurovegas en una valla. Foto de «Detengamos Eurovegas Alcorcón» en Facebook

Striscione contro Eurovegas, foto dal gruppo Facebook “Detengamos Eurovegas Alcorcón” [Fermiamo Eurovegas a Alcorcón]

Il primo dato che salta agli occhi riguarda la stima dei posti di lavoro che verrebbero generati: nonostante sia evidente che molti degli impieghi compresi nella valutazione sono indiretti, il numero complessivo risulta un tantino eccessivo. Come spiega Santi Demajo nel suo post “Eurovegas: falsi posti di lavoro e altre menzogne”:

Sólo hace falta consultar los datos oficiales de Las Vegas Sands Corporation (LVS) en su web para ver que los 260.000 empleos es una gran mentira. Concretamente el Annual Report 2011 (informe anual) de la empresa indica que los 4 macrocomplejos que Adelson tiene en todo el mundo (en EEUU, Macao y Singapur) dan trabajo a un total de 40.000 personas, una media por tanto de 10.000 empleos por complejo.

Basta consultare i dati ufficiali pubblicati sulla pagina web [en] della società Las Vegas Sands Corporation (LVS) per rendersi conto che i 260.000 posti di lavoro sono una grande fandonia. In concreto, il Rapporto annuale 2011 [en] della società indica che i quattro megacomplessi che Adelson possiede in tutto il mondo (negli USA, a Macao e a Singapore) danno lavoro a un totale di 40.000 persone: una media di 10.000 posti di lavoro per ogni complesso.

Un altro punto contestabile secondo gli internauti è l'investimento di LVS nel progetto. All'inizio, la società avrebbe dovuto apportare l'intero capitale necessario per la prima fase, cioè 6.700 milioni di euro. Adesso LVS ha ridotto questa cifra a 2.700 milioni, pretendendo che le banche finanzino il resto. Nell'articolo pubblicato da Vozpópuli, “Eurovegas inizia a fare acqua: Adelson riduce di oltre il 50% il suo apporto finanziario alla prima fase“, Pablo García racconta le reazioni suscitate da questa rivelazione:

“(…) implica nuevas concesiones o una contribución más arriesgada de la banca española -se prevé que alguna entidad participe- que al final acabe perjudicando a los ciudadanos”, criticó ayer en conversación telefónica con Vozpópuli la portavoz de Equo en Madrid, Inés Sabanés, una de las voces críticas con el plan de Adelson.

(…) “[questo dato] comporta nuove concessioni o un contributo più rischioso da parte delle banche spagnole (si prevede infatti che alcune di esse parteciperanno all'investimento), che finiranno per danneggiare i cittadini”, ha criticato ieri al telefono con Vozpópuli la portavoce di Equo a Madrid, Inés Sabanés, una delle voci a sfavore del progetto di Adelson.

Dal momento che le banche spagnole si trovano in una situazione economica delicata e visto che il governo ne appoggia il salvataggio da parte dell'Unione Europea, un loro coinvolgimento in investimenti così rischiosi non sarebbe comprensibile.

Tuttavia, l'aspetto che forse piace meno ai netizen è il fatto che i politici non sembrano avere nessun problema a modificare tutte le leggi necessarie per accontentare Adelson. Di seguito alcune delle pretese avanzate dal magnate:

Montaje con la expresidenta de la Comunidad de Madrid. Imagen de la web «Ojos de humanoide»

Fotomontaggio raffigurante l'ex-presidente della Comunità di Madrid. Immagine tratta dalla pagina web “Ojos de humanoide”.

  • Nessuna sanzione a LVS in caso di gravi mancanze (eventuali bari nei casinò);
  • Possibilità da parte dei manager di Eurovegas di avere precedenti penali;
  • Permesso di fumare nei casinò;
  • Ingresso alle zone di gioco consentito ai minori;
  • Ingresso ai casinò consentito ai ludopatici;
  • Libertà degli orari commerciali;
  • Riduzione delle imposte sul gioco d'azzardo;
  • Versamento dell'importo di 9.000€ a LVS per ogni dipendente assunto;
  • Esenzione sino al 95% dalle imposte nazionali e locali;
  • Esproprio dei terreni richiesti da LVS;
  • Considerazione di Eurovegas alla stregua di un progetto regionale, in modo da evitare il rispetto dei regolamenti municipali.

(Fonti: elplural.com e 20minutos.es)

Si criticano inoltre le agevolazioni che LSV vuole ottenere in materia di diritti del lavoro, ad esempio la richiesta di non applicare lo Statuto dei Lavoratori o di poter usufruire di una versione “light” della legge di immigrazione, facilitando così l'assunzione di lavoratori stranieri, come si legge nell'articolo “Sheldon Adelson e Eurovegas: benvenuti alla Repubblica delle Banane di Spagna!“, tratto dalla pagina web “Y entre tanto…”. Nello stesso articolo, l'autore ci informa che:

1.- Il Ministero di Giustizia americano e la U.S. Securities and Exchange Commission (Commissione per i Titoli e gli Scambi) stanno indagando sul conto di Mr Shellie per “possibili violazioni delle leggi contro il riciclaggio di capitali e la corruzione internazionale”.

2.- Mr Shellie, dal canto suo, deve far fronte a varie accuse di “favoreggiamento della prostituzione minorile nei suoi complessi internazionali”, con particolare riferimento a quello di Macao.

(*Mr Shellie è il soprannome che l'autore dà a Adelson)

Sulla stessa linea, un altro settore che si è dichiarato deliberatamente contrario a Eurovegas è quello religioso. Sulla pagina web e-cristians è stata pubblicata una dichiarazione, a cui hanno fatto eco numerosi siti di ispirazione religiosa. Ecco un estratto del testo:

Proyecto de la futura cidudad Eurovegas. Imagen de Eurovegas Spain en Facebook.

Progetto della futura Eurovegas. Immagine tratta da Eurovegas Spain su Facebook.

Un núcleo como Eurovegas implica la presencia de un número muy importante de prostitutas; juegos, bebidas y sexo forman parte del trinomio de atractivo de este tipo de emplazamiento singular. Al mismo tiempo, España es también, por razones de paso  y de consumo, un lugar privilegiado en lo referente a las drogas, y este es también un cuarto componente del atractivo del juego.

Un complesso come Eurovegas implica la presenza di un numero molto elevato di prostitute. Gioco, alcol e sesso: il trinomio che costituisce la principale attrazione di un luogo di questo tipo. Allo stesso tempo, la Spagna è anche, per ragioni di rotte e consumo, un luogo privilegiato per lo spaccio di droga, il quarto aspetto che si somma ai precedenti.

Juan de la Lama e bebe ArmenZaitsev ironizzano su Twitter:

‏@JuanLamaV: El Papa no dimite, le han dado el traslado a una capilla “Tipo Elvis” en Eurovegas.

‏@JuanLamaV:Il Papa non si è dimesso, è stato trasferito a una cappella “Stile Elvis” a Eurovegas.

@Armenmonkey: Próximamente en Tele5: CSI Eurovegas… juego, prostitución, alcoholismo, drogas, ajustes de cuentas, mafias… veréis que risas…

@Armenmonkey: Prossimamente su Tele5: CSI Eurovegas… gioco, prostituzione, alcolismo, droga, regolamenti di conti, mafie…ci sarà da divertirsi.

Panacea o defraudazione, opportunità o ciarlataneria? Una cosa è certa: Eurovegas ha già ricevuto più di 6.000 richieste di lavoro.

2 commenti

  • Stefano Cracco

    Ciao! Leggo sempre con interesse i vostri articoli, e trovo molto importante il lavoro che fate! Per dovere di cronaca volevo però segnalarvi che la foto del progetto è in realtà un palazzo esistente, il Marina Bay Sands a Singapore.

    Ciao ciao!

  • […] in un Paese con quasi 5 milioni di disoccupati, l’ambizioso progetto Eurovegas, che ha promesso la creazione di oltre 300.000 posti di lavoro, è stato salutato come una panacea. […]

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.