Il 5 dicembre scorso l'ONG Transparency International [it] ha presentato l’Indice di Percezione della Corruzione [en] (CPI) relativo al 2012, una classifica che raccoglie i dati relativi a 176 paesi, tra cui l’Italia [it].

Nel comunicato stampa si legge [en]:

Tra i 176 paesi inclusi nella classifica 2012, due terzi hanno ottenuto un punteggio inferiore a 50 su una scala da che va da 0 (massimo livello di corruzione) a 100 (livello di corruzione minimo). Questi dati dimostrano la necessità di una maggiore trasparenza delle istituzioni pubbliche, accompagnata da un più alto grado di responsabilizzazione degli alti funzionari.

L'Italia, che compare al 72° posto, ha ottenuto un risultato peggiore [it] rispetto all'anno precedente.