Le “nuove” pillole anticoncezionali non sono esenti da rischi. La probabilità che causino trombosi venose o embolie polmonari raddoppia, passando da 2 a 4 casi ogni 10.000 pazienti. Questo incremento può risultare trascurabile in un'ottica di salute pubblica ma diventa significativo a livello individuale, soprattutto se si considera che esistono alternative altrettanto efficaci…

La ginecologa Pascale This interviene così [fr] su un tema molto dibattuto in questi giorni in Francia: i rischi derivanti dall'assunzione delle pillole anticoncezionali di terza generazione. Nel 2013, il sistema sanitario nazionale non rimborserà più questi farmaci [fr], ma c'è già chi si domanda se l'attuale accanimento mediatico sulla questione possa portare all'adozione di misure ben più deleterie [fr] per la salute delle donne.