GlobalVoices in Per saperne di più »

Kyrgyzstan: pene più severe per i matrimoni forzati

La Costituzione del Kirghizistan è molto chiara riguardo ai matrimoni forzati. L'articolo 36 al quinto comma della costituzione dichiara[en]: “Non può avvenire nessun matrimonio senza il volontario e mutuo consenso della coppia”.

Tuttavia, il rapimento della sposa, o ala kachuu [en], è ancora ampiamente praticato come “tradizione” nei villaggi e nelle province del Kirghizistan.

Il Centro per le Donne di Bishkek stima [ru, come i link successivi tranne ove diversamente indicato] che circa 11,800 ragazze vengono sequestrate nel paese ogni anno, e circa 2,000 di loro subiscono strupri durante il processo. La maggior parte dei rapimenti è lasciata impunita. Solo una donna su 700 sottoposta a rapimento intenta una causa contro i rapitori, anche se il codice penale del Paese prevede che il rapimento della sposa possa essere punibile con tre anni di prigione.

matrimonio Kirghizistan

La maggior parte dei matrimoni in Kirghizistan, come quello in questa immagine, non sono molto diversi dai matrimoni di qualsiasi altra parte nel mondo. Anche se, migliaia di uomini, principalmente in zone rurali, seguono l'antica tradizione di rapire la ragazza che vogliono sposare. Immagine di Flickr utente Evgeni Zotov, caricata il 28 luglio 2010 (CC BY-NC-ND 2.0)

Campagne contro ala kachuu

Le organizzazioni femminili in Kirghizistan ultimamente sono state impegnate a fare campagne contro la pratica del rapimento della sposa, come è stato riportato [en] in precedenza da Global Voices. Più tardi nella stessa estate in cui l'articolo è stato scritto, L'Associazione di Centri per le Crisi e Educazione Giovanile Paritaria “Y-PEER” ha continuato la campagna facendo vedere brevi filmati sul perché bisogna lottare contro questi rapimenti. I partecipanti alla campagna di sesso maschile sono stati incoraggiati a firmare una promessa per rispettare i diritti delle donne e non utilizzare pratiche illegali.

Un'altra campagna iniziata questo autunno cerca di convincere i membri del governo del Kirghizistan ad introdurre pene più dure per questa tradizione. Gli attivisti impegnati in questa campagna credono che tre anni in prigione non sia una punizione abbastanza dura per una persona che rapisce una ragazza e la obbliga a sposarlo, mentre, facendo il confronto, una persona che ruba una pecora può passare anche 11 anni in prigione.

Il deputato Kozhobek Ryspaev, che incarna un personaggio odioso per gli attivisti anti rapimenti ha spiegato [ru] la differenza tra i due crimini facendo una battuta di cattivo gusto:

Но ведь скот съедают, а женщин — нет.

Bè, il bestiame viene mangiato, le donne no.

L'ultima campagna è stata innescata da un evento verificatosi nel Giugno 2012 in un piccolo villaggio nella provincia di Issyk-Kul, dove un uomo ha rapito [ru] e violentato una giovane ragazza. Anche se i genitori della ragazza l'hanno trovata e portata via dalla casa dello “sposo” lo stesso giorno, la ragazza si è suicidata. Il primo Ottobre, una corte locale ha condannato il rapitore della ragazza a sei anni di prigione in quello che è diventato il primo caso penale contro un rapitore di spose in Kirghizistan dai tempi della sua indipendenza.

Dibattiti in parlamento

Il 18 Ottobre, sotto pressione degli attivisti, il parlamento ha approvato una legge che fa del rapimento della sposa un crimine punibile con sette anni di carcere. Questa azione è stata preceduta da accesi dibattiti tra i deputati.

Per esempio, il deputato Irina Karamushkina (Parito Socialdemocratico) sostiene:

Умыкание невест, либо кража невесты — это в полном смысле слова кража человека, это похищение человека. Я понимаю, что есть такая традиция, очень такая старая традиция, ее применяют. Но традиция тогда станет традицией, когда обе стороны согласны.

Il sequestro della sposa è letteralmente un sequestro di persona, un rapimento. Capisco che esiste questa tradizione, un'antica tradizione, che è ancora praticata. Ciò nonostante, la tradizione può diventare tale solo quando entrambi le parti sono d'accordo.

Ma il deputato Kozhobek Ryspaev, tuttavia, non è d'accordo, come riportato dal blogger Ulukbek Babakulov:

Ужесточение наказания за кражу невесты может привести к тому, что мы пересажаем всех мужчин в Кыргызстане.

Introdurre pene più dure per i rapimenti di spose può solo portare all'arresto di tutti gli uomini del Kirghizistan.

Il collega di Ryspaev, Dastan Bekeshev, insiste sul rinforzare la punizione, suggerendo che questo potrebbe prevenire molti suicidi:

На практике нередки случаи суицида среди девушек. Их родители не знают, как наказать виновных, и иногда готовы даже на самосуд. А потому ужесточение ответственности просто необходимо.

In pratica non è raro che le ragazze [soggette a rapimento e matrimonio forzato] commettano il suicidio. I loro genitori non sanno come punire i colpevoli, e qualche volta sono anche pronti a linciare gli autori. Perciò, punizioni più severe sono cruciali.

Il deputato Shirin Aitmatova concorda con il collega:

Я к этому положительно отношусь. Я думаю, что это правильно.

Ho un atteggiamento positivo riguardo a questo. Penso che sia giusto.

mestojenwinykg

I problemi legati al sessismo, come il rapimento della sposa, stanno diventando sempre più presenti della società del Kirghizistan. Questa campagna, progettata dal gruppo civico delle Femministe di Bishkek, sostiene la possibilità di accrescere il numero di donne nel parlamento. La traduzione dal kirghizo recita: “donna, il tuo posto è in QUESTA casa.”

Ironicamente però, meno di una settimana dopo, l'assistente parlamentare di Aitmatova ha rapito una giornalista TV, che aveva frequentato nel passato, per sposarla.

Inoltre, come Ulugbek Babakulov ricorda ai lettori del suo blog:

Но, к сожалению, трезвомыслящих парламентариев в ЖК меньшинство и, как показывает практика, их голос часто тонет в гуле голосов гораздо менее достойных народоизбранников

Sfortunatamente, i parlamentari con la mente sobria sono una minoranza nel parlamento del Kirghizistan e la pratica ha dimostrato che la loro voce è a volte impossibile da sentire nella moltitudine di voci molto meno meritevoli dei rappresentanti del popolo.

Come parte della campagna di supporto contro i rapimenti delle spose, è stato organizzato un giro in bicicletta a Bishkek il 28 Ottobre, con lo slogan: “io e il ciclismo siamo contro la violenza”.

N.B. Rischiando di dare l'impressione che tutte i personaggi TV femminili del Kirghizistan siano vittime di rapimenti almeno una volta nella vita (non è così), la prossima settimana Global Voices raccoglierà commenti di giornalisti sul “falso rapimento” [en] di un'altra presentatrice TV.

Questo post fa parte del Progetto Asia GV dell'Università Americana dell'Asia Centrale a Bishkek, Kirghizistan.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.


regioni del mondo

paesi

lingue