See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Costa Rica: blogger condividono l'esperienza del terremoto

Ora che le scosse di assestamento seguite al terremoto di 7.6 gradi di magnitudo [en] avvenuto in Costa Rica il 5 settembre si sono fermate, i netizen della Costa Rica stanno usando i loro blog per condividere le esperienze vissute durante il terremoto.

Julio Córdoba del blog Ciencia Ficción [es] era in ospedale a San José, la capitale, quando è cominciato il terremoto. Scrive:

Me sorprendió la serenidad de pacientes y familiares que llenábamos las bancas. El movimiento fue tan largo que me dio chance de filmar como 15 o 20 segundos pero edité algunas secciones por respeto a quienes aparecen en el video.

Sono stato sorpreso dalla serenità dei pazienti e delle loro famiglie. Il terremoto ha continuato per talmente tanto che sono riuscito a filmarne circa 15-20 secondi, ma ho tagliato alcune parti per rispetto di coloro che apparivano nel video.

Julio condivide il video sul suo blog:

Julio descrive anche ‘il bello, il brutto e il cattivo’ della sua esperienza in ospedale durante il terremoto, e conclude:

Ahora nos corresponde ayudar, buscando los canales más honrados y eficientes, recordando que lo que para nosotros fue un gran susto es un desastre en varias comunidades. Además, hay que tener agua, pilas, foco y el celular cargado para informar en caso de que ocurra alguna eventualidad.

Adesso è nostro dovere aiutare, cercando i canali più onesti ed efficienti, tenendo in mente che quello che per noi è stato un grosso spavento rappresenta un disastro per svariate comunità. Inoltre dobbiamo avere acqua, batterie, torce e un cellulare carico per comunicare in qualunque evenienza.
L'edificio di Ingegneria Elettrica all'Università della Costa Rica dopo il terremoto del 5 Settembre.

L'edificio di Ingegneria Elettrica all'Università della Costa Rica dopo il terremoto del 5 Settembre. Immagine condivisa via Twitpic dall'utente @criperro.

La blogger Sole di Anchas Alamedas [es] descrive la sua esperienza in un post lungo e divertente. Dice che, come molti altri, all'inizio non si era resa conto che i tremiti fossero dovuti a un terremoto. Sole scrive anche di una donna che si trovava con lei al momento:

Dicen que las personas que pasan juntas por experiencias extremas quedan unidas por ese vínculo especial para toda la vida. Mi acompañante histérica se levantó a despedirse cuando yo me fui y me dio un abrazo como si hubiéramos sobrevivido un tsunami comiendo carne de ardilla durante un mes completo. Ahora somos mejores amigas.

Dicono che le persone che hanno esperienze estreme insieme vengano unite per tutta la vita da un legame speciale. La mia compagna isterica si è alzata per salutarmi e mi ha abbracciata come se fossimo sopravvissute a uno tsunami mangiando carne di scoiattolo per tutto il mese. Ora siamo buone amiche.

E aggiunge:

Un dato más: Revisen el orden de llamadas que trataron de hacer y saquen sus cuentas. Dicen que en un temblor, uno piensa primero en lo que le es más querido.

Un'altra cosa: guardate l'ordine delle chiamate che avete provato a fare e traete le vostre conclusioni. Dicono che durante un terremoto si pensi per primi a quelli che si amano di più.

Gli autori di Global Voices condividono le loro esperienze

I collaboratori di Global Voices hanno descritto le loro esperienze nelle mail interne per il team dell'America Latina. Jenny Cascante [en] era a casa sua a San José quando sono iniziati i tremori:

estaba trabajando. se empezó a mover mi escritorio pero no estaba segura de que fuera un temblor (mi apartamento solo se mece, pero no suena nada) abrí tweetdeck y alguien había puesto #temblorcr. ahí no me quedó duda de lo que sucedía.

Stavo lavorando. La mia scrivania ha iniziato a muoversi ma non ero sicura che fosse un terremoto (il mio appartmento oscillava avanti e indietro ma non si sentiva nessun rumore). Ho aperto Tweetdeck e qualcuno aveva usato l'hashtag #temblorcr [terremoto Costa Rica]. Non ho più avuto dubbi su quello che stava succedendo.

Jenny ha anche condiviso questo video di Dikson Avila Rojas su YouTube:

Anche Diego Molina [es] era a casa a San José. Diego stava dormendo e il terremoto l'ha svegliato. Dice che ha sentito le cose muoversi, “in un modo che non avevo mai sentito prima.”

L'autore di Global Voices Roy Rojas [es] era al lavoro a Santa Barbara de Heredia, parlando al telefono con un collega che ha poi lasciato a “parlare da solo,” come dice Roy nella sua email. Quando gli è stato chiesto come hanno reagito le persone intorno a lui, ha detto:

De todo un poco, algunos tranquilos, evacuando el edificio, otros asustados y otros corriendo para salir rápido.

C'è stato un po’ di tutto, alcuni erano calmi mentre evacuavano il palazzo, altri erano spaventati e correvano per uscire prima.

Il terremoto si è sentito abbastanza distintamente nel confinante Nicaragua. L'autore Norman García [es] ha scritto che il terremoto si è sentito a lungo in varie parti dello Stato, soprattutto sulla costa pacifica:

En los municipios de la costa del pacífico se suspendieron las clases y el SINAPRED (Sistema Nacional de Prevención de Desastres) inició un proceso de evacuación ya que los pobladores reportaron que el agua estaba alejandose de la costa por lo que se esperaba oleajes fuertes pero hasta el momento no se ha notificado de que esto haya pasado.

I comuni sulla costa pacifica hanno sospeso le classi e il SINAPRED (Sistema Nazionale Prevenzione Disastri) ha iniziato un processo di evacuazione perchè alcuni cittadini avevano riportato di aver visto l'acqua recedere dalla costa, quindi si aspettavano onde molto grosse; per fortuna le notizie non sono state confermate.
Secondo il quotidiano della Costa Rica La Nación, il terremoto di ieri di 7.6 gradi di magnitudine ha causato solo danni moderati [es]. Nel frattempo, la Croce Rossa ha riportato [en] due morti.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.