GlobalVoices in Per saperne di più »

Nigeria: blogger arrestato perché “sponsorizza un'agenzia-stampa ribelle”

Il blogger nigeriano, Jonathan Elendu, è stato arrestato dai Servizi Segreti Nazionali [in] (SSS), l'agenzia federale per la sicurezza nazionale.

Nel 2005 Jonathan Elendu ha creato Elendu Reports [in], sito di d'informazione che denuncia la corruzione in Nigeria, la cattiva amministrazione e l'inefficienza del Governo. Jonathan vive negli Stati Uniti [in] dal 1999:

Nato e cresciuto nella Nigeria orientale, Elendu è emigrato negli Stati Uniti nel 1999. È il responsabile della Elendu & Associates, Inc., uno studio di pubbliche relazioni situato a Lansing in Michigan. Redattore e cronista per USAfricaOnline.com, USAfrica Newspaper, NigeriaCentral.com e inviato speciale per il Black Business Journal Magazine. È anche fondatore della SongDanceAfrica, Inc., azienda di servizi multimediali.

Secondo quanto riportato dal blog nigeriano, Nigerian Curiosity, Jonathan è stato arrestato a causa delle sue attività [in], che hanno generato problemi di sicurezza nazionale:

Jonathan Elendu, l'ideatore di Elandu Reports, è stato arrestato sabato sera dal SSS al suo arrivo in Nigeria dagli Stati Uniti. Secondo quanto riportato, Elendu è stato arrestato per rispondere ad alcune domande sulle sue ‘attività', che , secondo l'accusa, generano problemi di sicurezza nazionale. Una testata ha specificato che l'arresto è dovuto alla sua “sponsorizzazione di un'agenzia-stampa ribelle.” [sic] È stato interrogato dopo un fermo di 24 ore.

Jonathan è stato arrestato all'Aeroporto Internazionale Nnamdi Azikiwe [in]:

La nostra fonte ha rivelato che, secondo le accuse, Sahareporters, noto come un presunto gruppo di giornalisti sovversivi contro il governo federale e importanti personalità del Paese, sia nato da un'idea di Elendu.

In seguito si è appreso che Elendu è stato arrestato all'aeroporto Internazionale di Nnamdi Azikiwe di Abuja, non appena sceso dall'aereo della KLM verso le 19.30 di sabato, e immediatamente trasportato ad Asokoro (Abuja) nella sede centrale del SSS.

Ecco quanto segnalano le nostre fonti: “al suo arrivo, due funzionari del SSS hanno avvicinato il robusto editore per informarlo che loro superiore lo invitava a fare una chiaccherata; trattandosi di un invito, Elendu ha chiesto loro di andare prima a casa a rinfrescarsi.

“I funzionari si sono rifiutati, sequestrandogli il passaporto e trascinandolo via, mettendolo da quel momento in totale isolamento.”

La famiglia ha espresso preoccupazione per le condizioni di salute di Elendu, in quanto da sabato sera nessuno è più riuscito a comunicare con lui.

[in] Tra gli Elandu Reports sono apparsi articoli ritenuti offensivi dalla classe dirigente:

Diversi tra gli ultimi articoli di Elendu riguardavano il disastro economico ed ecologico in atto nel Delta del fiume Niger, teatro da anni di scontri armati tra truppe governative e ribelli separatisti. Per via di quegli articoli il giornalista free-lance e regista statunitense Andrew Berends e il suo interprete nigeriano, Samuel George, sono stati interrogati per 10 giorni all'inizio del mese scorso.

Jonathan è stato forse arrestato [in] a causa di un malinteso?:

Qualche fonte d'informazione rivela che la collaborazione di Elendu con il sito nigeriano Sahara Reporters, causa dell'arresto, è solo il frutto di un malinteso. L'ho già detto e lo ripeto – sebbene apprezzi l'interesste per alcune storie sensazionalistiche e “piccanti” che Sahara Reporters pubblica sul proprio sito, sono spesso costernato dalla loro incapacità o rifiuto di comprovare dichiarazioni e accuse, con il risultato che, personalmente non sostengo tale sito.

Nonostante ciò, la collaborazione con Sahara Reporters in quanto tale, non dovrebbere essere causa di arresto, detenzione e violazione di Diritti Umani e Costituzionali. Non c'era alcuna necessità di arrestare Elandu con un'imboscata all'aeroporto di Nnamdi Azikiwe.

Point Blank News scrive, [in] “Perché i Servizi Segreti hanno arrestato Elendu … La caccia agli editori di Pointblanknews.com e Saharareporters.com continua”:

Secondo alcune fonti ai vertici del SSS, il Governo Federale teneva d'occhio gli editori di organizzazioni informative online, quali Pointblanknews.com, Saharareporters.com così come Elendureports.com, e stava organizzando una trappola per arrestarli qualora si fossero fatti vedere in Nigeria.

Sempre secondo alcune fonti, il Governo di Umaru Musa Yar’Adua si è allarmato in seguito alle notizie, compromettenti ma vere, apparse su tali siti, sulle sue attività e le pratiche governative e infatti ha osato l'impossibile pubblicando notizie esclusive che nessun editore in Nigeria avrebbe mai avuto il coraggio di rivelare.

Il Governo era preoccupato, secondo i servizi di sicurezza, perché l'opposizione stava esagerando appoggiando tali pubblicazioni online, non solo fornendo loro notize sconvolgenti, ma finanche finanziandone le attività. La diffusione dell'accesso a Internet da parte della popolazione nigeriana, ha portato a una maggiore popolarità delle pubblicazioni online rispetto alla stampa tradizionale, la quale, dal canto suo, per accattivarsi i lettori non disdegna di pubblicare alcune notizie riprese da tali siti. Simili azioni non fanno che aumentare il livello di allerta del Governo.

Stando ad Aba Boy [in], la chiusura dellastazione televisiva nigeriana Channels TV [in], è stato il primo segnale di quanto sarebbe avvenuto da lì a poco:

La chiusura di Channel TV non era un fatto a sé stante, ma piuttosto un segnale di ciò che stava per accadere. Sbato gli scagnozzi di Yardi hanno arrestato Jonathan Elendu – editore online di Elendu Reports. Stando al notiziario della sera, l'editore, che risiede negli Stati Uniti, è stato arrestato al suo arrivo in Nigeria, supponendo un suo legame con Sahara Reporter, un altro sito nigeriano di notizie online.

Waffarian appare molto deluso [in]:

Questa notizia è veramente frustrante. I servizi segreti hanno arrestato Jonathan Elendu di Elendu Reports, un blog a carattere politico, che pubblica notizie ed articoli sulla politica in Nigeria. È stato prelevato al suo arrivo in aereoporto, con il sospetto di essere un giornalista di Sahara Reporters, uno dei migliori siti dove trovare il “succo” degli eventi.

Cosa sta succedendo? Prima Channels Tv, e ora l'arresto di un blogger? Ho paura che Yar'adua sorprenderà non pochi in questo Paese. È uno di quelli che morde ancor prima ancora di abbaiare!

Dobbiamo rivedere l'idea secondo cui quella online è la forma più sicura di giornalismo sostiene Ayobami Ojebode: [in]

il giornalismo online è stato considerato il più sicuro e il meno suscettibile a misure di repressione. Si è ritagliato uno spazio pubblico ben delineato, per risvegliare l'impegno dei cittadini nei confronti della politica governativa. I nigeriani sono stati comprensibilmente attratti da questo tipo di giornalismo, date le precedenti esperienze dei giornalisti tradizionali, nelle mani dei Generali Ibrahim Babangida e Sani Abacha—i dittatori militari della Nigeria, che per circa quattordici anni hanno perseguitato e colpito i giornalisti del Paese. (si veda, ad esempio, il giornalismo di guerriglia di Sunday Dare).

Studiosi di media e di scienze politiche a favore della libertà di stampa, trovano nelle testate online la strada per una libertà di stampa senza restrizioni. Inoltre, il giornalismo online li ha portati ad annunciare e di fatto celebrare la fine della detenzione e della censura. L'arresto di Jonathan Elendu da parte del Governo nigeriano dovrebbe portare questi esperti a interrompere i festeggiamenti e rivedere l'universalità delle loro conclusioni.

Il Comitato per la tutela dei Blogger promette aggiornamenti sulla situazione [in]:

Fino a ieri 22 ottobre, [Elendu] non è stato rilasciato o incriminato e non è ancora chiaro se verrà portato in giudizio.
Ulteriori aggiornamenti seguiranno lo sviluppo della situazione.

Reporter senza frontiere condanna l'arresto di Jonathan [in]:

Reporter senza frontiere condanna la detenzione di Jonathan Elendu, editore della testata Elendu Reports (www.elendureports.com), in atto dal 17 ottobre scorso, quando, arrivato con un volo dagli Stati Uniti, dove vive, è stato arrestato dai Servizi Segreti (SSS) all'aeroporto internazionale Nnamdi Azikiwe, nella capitale Abuja.

Negando il suo arresto, il portavoce del SSS Kenechuks Onyegogu ha dichiarato che Elendu è stato “invitato” dai servizi segreti per chiarire alcune questioni relative alla “sicurezza nazionale”. Elendu è stato trattenuto nella sede centrale dell'agenzia ad Abuja, dove ieri è stata negata la visita finanche ai parenti più stretti.

Which Way Nigeria denuncia il suo arresto:

WWN denuncia l'arresto di Jonathan Elendu da parte del SSS. Elendu è il giornalista online tenuto sotto custodia dai servizi segreti, a cui oltretutto è stato rifiutato il colloquio con il suo avvocato. Dopo aver oscurato improvvisamente Channels Television, il SSS ha alzato il tiro ricorrendo ai metodi tipici dell'epoca della dittatura militare contro i giornalisti nigeriani, metodi che farebbero impallidire anche la Gestapo.

L'Associazione degli Scrittori per l'Essere Umano ne descrive l'arresto, richiedendone l'immediata liberazione:

Almeno ora sappiamo che il Governo considera Elendureports.com un'agenzia-stampa di guerriglia e che ha qualcosa contro i siti di ”cittadini-reporter”. Abbiamo saputo che il SSS ha rifiutato la visita dell'avvocato e della famiglia. Potrebbe andare forse peggio?

Yar ‘Adua non solo ha vinto un premio per mancanza d'intuizione, ma sembra anche superarci tutti in stupidità! Ad ogni modo, chiediamo l'immediata liberazione di Jonathan Elendu!

L'arresto di Jonathan Elendu è solo uno della lunga lista di attacchi contro la libertà di stampa in Nigeria, dichiara Sokari [in]:

L'arresto di Jonathan Elendu è solo uno della lunga lista di attachi contro la libertà di stampa in Nigeria (arresti, molestie e omicidi di chiunque critichi il Governo) ed è un atto particolarmente indicativo di quanto sia ancora rimasto della dittatura militare nel Paese.

Ayobami è colpito dal silenzio della maggior parte dei quotidiani nigeriani [in] sull'arresto di Jonathan. E si chiede: “I giornalisti tradizionali, considerano i colleghi online dei colleghi o dei rivali?”:

C'è una certa preoccupazione sul silenzio della maggior parte dei quotidiani nigeriani sull'arresto di Jonathan Elendu. Non conosciamo con certezza il motivo per cui molti giornali, a differenza dei blogger, non abbiano riportato nulla. Perfino la BBC ha segnalato la notizia dell'arresto. I giornalisti tradizionali, considerano i loro colleghi online dei colleghi o dei rivali? Forse questo è un buon quesito da porsi per un'indagine sul campo. Comunque stiano le cose, dal mio punto di vista, la Nigeria è il primo Paese africano e il secondo al mondo (dopo la Cina) a imporre misure restrittive contro il giornalismo online.

Perché Tunde Akinloye non è sopreso dell'arresto?:

Non sono rimasto dall'arresto di Elendu da parte degli ufficiali dei servizi segreti. sarete d'accordo me, una volta considerato che questo è lo stesso Paese in cui coloro quanti l'immagine del Governo, si ridicolizzano nel tentativo di mentire apertamente a 150 milioni di persone, quando la verità è di pubblico dominio.

Forse, ora le nuove generazioni impareranno ad essere più responsabili ed eleggere dei leader credibili alle prossime elezioni.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.


regioni del mondo

paesi

lingue